I souvenir della rilassata femminilità, della disinvolta eleganza e dell’aggraziata sobrietà che irradiano dalle immagini degli anni ’60, sono i moti ispiratori di questa collezione estiva. Walter Dang, in un omaggio alla Torino dei grandi atelier e delle “sartine”, recupera i fasti e le suggestioni di quel periodo in cui le signore chiedevano al couturier il risalto della propria personalità, attraverso la creazione di un guardaroba che ad ogni momento della giornata associava un tipo di abito, accompagnando la novità alla discrezione, la distinzione alla disinvoltura.

Walter Dang presenta una collezione fondata sulla semplicità, intesa come quintessenza dell’eleganza, a riecheggiare il motto “sage si tu veux, riche si tu peux, belle tu doit”.